TUTTA L'AZIONE DELLA DOMENICA A VARANO

TUTTA L'AZIONE DELLA DOMENICA A VARANO

 

Ben 11 gare si sono susseguite nella terza e ultima giornata del Peroni Race Weekend all'Autodromo Riccardo Paletti di Varano De' Melegari, tra colpi di scena, sorpassi e controsorpassi che hanno intessuto la trama di una domenica indimenticabile. 

Torna a vincere Kevin Giacon, il campione 2020 della Coppa Italia Turismo, in Gara-2 a Varano. Il pilota di MM Motorsport chiude davanti a Luigi Gallo (Pro Race), promosso in seconda posizione assoluta dopo il contatto che ha visto Paolo Rocca e Vedat Ali Dalokay (Bitci Racing) mentre erano in lotta per il podio. Il 21enne è stato penalizzato di 25’’ per la manovra attuata ai danni del pilotaen  turco, che ha concluso la propria gara nella ghiaia dopo una strenua resistenza nei confronti del giovane leader della classifica. Rocca precipita quindi ottavo assoluto, mentre Gabriele Volpato (Elite Motorsport) sale ancora sul podio dell’assoluta. Quarto posto e piazzamento a podio per Marco Marini tra le TCR sequenziali, davanti a Fede-Fisherman sulla Seat Cup Racer della Scuderia Pro Race. Niccolò Loia (NOS) precede Paolo Palanti sul podio della classe TCR DSG. Tra i ritiri figurano Adriano Visdomini (NEXT Motorsport), Mauro Guastamacchia (Aggressive Team Italia) per un problema tecnico riscontrato dopo 7 tornate sulla sua Hyundai i30 e anche Demir Eroge, a muro dopo sei giri.

Per la 3^ divisione Luca Rossetti e Roberto Agostini si dividono la posta tra le due manche domenicali di Varano. La rottura del semiasse condiziona Gara-1 del pilota di GRT Motorsport su BMW M3 Duller e la manche successiva per Alberto Cioffi (AC Racing). I due hanno lottato strenuamente fino all’ottava tornata, quando proprio Cioffi dopo un clamoroso sorpasso ai danni di Agostini è stato costretto a fermarsi definitivamente. Matteo Pioppi sulla #98 condivisa con Rossetti chiude quindi 2° davanti a Rino De Luca (ZeroVenti Competizioni).

Massimo Wancolle (Progetto Corsa) trionfa nel Master Tricolore Prototipi nel Gruppo CN, rimontando dal fondo dopo aver recuperato personalmente a Torino un pezzo da sostituire per poter prendere parte a Gara-2 nella giornata di oggi.
Claudio Francisci si riporta a pari punti con Gennaro Di Somma, oggi ritirato per noie tecniche emerse al 3° giro. Fuori anche Omar Magliona (CMS Racing Cars), mentre Michele Liguori chiude 2° tra le CN2, davanti a Roberto Del Castello, ancora una volta incappato in un errore che gli è costato una potenziale vittoria di raggruppamento.

Doppietta di Luca Franca (4x4 Explorer) tra Gara-1 e Gara-2 della RS Cup, caratterizzate da numerosi corpo a corpo al limite. La manche della mattinata termina anticipatamente a causa di una bandiera rossa, non consentendo quindi a Mattia Lancellotti (Faro Racing) di concludere il duello con Franca. Terzo posto per Paolo Tartabini (Seven Hills Motorsport) davanti ad Andrea Fazioli e Manuel Stefani, che completa la Top-5.
In Gara-2 Tartabini giunge 2° alle spalle di un consistente Franca, mentre Fazioli infila all’ultimo giro Alex Lancellotti, che chiude fuori dal podio. Doppio zero per Giulio Bensi, al contatto con Fulvio Casciandrini in mattinata e con Tartabini e Stefani nella sprint pomeridiana. Tra gli Over 50 è doppietta per Andrea Bonifazi, mentre tra le Clio 2.0 aspirate prevale Gianluca Covini.

Nel Campionato Italiano Auto Storiche trionfa Graziano Tessaro su Abarth 1000 TC nel 1° Gruppo, davanti a Stefano Rosina su Maserati 3500 GT e la ritirata Lotus Elan di Giovanni Putelli, il quale ha regalato spettacolo su Francesco Tessaro e Chiaramonte Bordonaro-Barresi, rispettivamente vincitore e 2° classificato del 2° raggruppamento, prima di terminare la propria gara al 15° giro.
Terzo gradino del podio alle spalle dell’Alpine A110 per Domiziano Giacon e Luca Rangoni su Alfa Romeo GTV 2000.
Nel 3° Gruppo Massimo Ronconi e Giovanni Gulinelli su Porsche 930 raccolgono il successo davanti alla Dallara X1/9 di Francesco Tessaro e Roberto Arnaldi su Alfa Romeo GTAm, mentre sono Enrico Gerardi e Angelo Monti su Opel Kadett GSI a spuntarla nel 4° Gruppo, in cui risultano numerosi i ritiri, da Truglia-Giovannini su TVR Tuscan Speed 8 GT alla BMW 323i di Miglio-Benusiglio.

Torna a vincere Daniel Grimaldi nella seconda gara della Lotus Cup Italia, regolando Giacomo Giubergia, che ha chiuso con 400 millesimi di ritardo sul campione in carica. Massimo Abbati completa il podio, davanti a Fabio Radice e Sergio Galbusera. Giuseppe De Pasquale e Angelo Lombardo emergono invece vincitori nelle due gare della Smart EQ fortwo e-Cup.

Il prossimo appuntamento in pista con le competizioni del Gruppo Peroni Race sarà al “Piero Taruffi” di Vallelunga nel fine settimana del 10-11 settembre.